Fase 2: transfer

Ho iniziato la ricerca di un figlio nel 2017, un po’ timorosa perché credevo che sarebbe arrivato subito e non sapevo come muovermi. Invece non ho mai avuto un test positivo e a poco sono serviti conteggi, test di ovulazione, integratori. L’anno scorso in autunno mi sono sottoposta a stimolazione e pick up e io e mio marito abbiamo ricevuto il dono di 4 meravigliose blastocisti riposte subito nel regno dei ghiacci per permettermi di subire un intervento. A marzo dovevamo incontrare uno dei fantastici 4, ma la pandemia ha giustamente bloccato tutto. Abbiamo così vissuto la quarantena in placida attesa, senza ansia per la PMA. Ora che forse ci prepariamo a trasferire con il ciclo di giugno, mi sale un fortissimo senso di timore per tutto. Ho paura che il transfer venga rimandato e se non viene rimandato ho paura che vada male, e se va bene ho paura che finisca subito e se non finisce subito ho paura che finisca comunque. Lo so è irrazionale cucire un timore dietro l’altro ed è altrettanto irrazionale esitare dinnanzi a questa occasione che da soli non saremmo mai riusciti ad avere. La PMA è anche questo, un conflitto continuo, perché ogni passaggio è scandito e atteso e si ha il tempo di sprofondare nell’oceano dei pensieri oscuri. Allora torno a cullare con la mente le mie 4 blastocisti, sono il mio porto sicuro e la spinta ad ogni mia azione. Auguro a me e a tutte le coppie che stanno riprendendo il percorso di fecondazione di non lasciarsi braccare dall’ansia e di navigare dritti verso queste nuove vite che aspettano di prendere forma. Buon ritorno alla PMA

2 commenti
  1. giugigiugi
    giugigiugi dice:

    Ti capisco.. Anche noi tra poco riprendiamo in mano il percorso. Siamo riusciti al pelo a fare il primo tentativo a marzo ma non é andato a buon fine e devo riniziare da zero. Ho paura, ho paura di fallire di nuovo.. Avere 4 blasto che ti aspettano é già una grandissima fortuna credimi.. Bisogna cercare di essere ottimisti ma non é facile. Però stiamo facendo tutto il possibile per realizzare questo sogno. Il percorso è in salita ma finché reggono le gambe si va avanti speranzosi. In bocca al lupo

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento