La mia storia

A 22 anni, esattamente due anni fa, iniziammo un pó per gioco a cercarlo pensando “siamo giovani, arriverà subito”. I primi 6 mesi passarono velocemente, forse anche troppo.. si decide di iniziare a fare qualche visita, qualche dosaggio ormonale e vari spermiogramma. Da subito una diagnosi, sindrome dell’ovaio policistico.. iniziano le varie informazioni/ ricerche sull’argomento che fino ad allora era a noi sconosciuto. Cominciamo così monitoraggi dell’ovulazione che confermano quello che si vedeva dalle analisi del sangue.. cicli anovulatori. Ci siamo affidati ad una ginecologa, probabilmente non molto esperta in materia che non mi ha mai supportata, capita e aiutata. Mi sentivo così sola, così spaventata alla sola idea di non poter avere un figlio, perchè si è la prima cosa che ho pensato ed è la cosa che ancora penso nei momenti di sconforto, “perchè a noi?” “sono giovane, in salute, seguo alimentazioni sane da anni, non fumo, perchè proprio io”.. io che desidero la maternità fin da quando sono bambina. Iniziano le stimolazioni ormonali, poco seguite ecograficamente e con dosaggi troppo elevati che comunque ogni mese non portavano ad altro che produzione di troppi follicoli e troppo piccoli inutili così ad un concepimento. Così passa un anno e mezzo con la paura sempre più presente di non riuscire a farcela. Stanca ed esausta di tutto un giorno, durante una visita mi sento dire “rivolgiti ad un centro PMA”.. da li l’incredulità di avere soli 24 anni e non essere in grando di fare una cosa così fisiologica in modo spontaneo e naturale. Ci siamo rivolti alla fine in un centro PMA in cui abbiamo trovato un medico bravo, disponibile e paziente. Nonostante tutto abbiamo quindi ricominciato, ogni mese a monitorare tutto. Siamo ancora in attesa, in attesa di qualcosa che verrà e ne siamo certi. Molte volte desideravo così tanto che quel test di gravidanza fosse positivo che ogni mese alla fine quando l’esito era negativo ho pensato di non essere all’altezza, di non meritarmelo.. bhè ecco non lo pensate mai, non fate prendere il sopravvento alle sensazioni brutte. Non vi arrendete mai, cercatelo ogni mese e per tutto il tempo necessario perchè prima o poi arriverà! E sopratutto non sentitevi mai sole!

1 commento
  1. lucylu
    lucylu dice:

    Oh Noe, mi ci rivedo così tanto nella tua storia e nella tua forza che sembra quasi queste parole le abbia scritte io!
    Ho 35 anni e anch’io sindrome dell’ovaio micropolicistico. Anch’io sempre attenta all’alimentazione, anch’io mi chiedo perché, anch’io nel percorso PMA…e anch’io come te continuo ad essere forte, prima o poi arriverà. Siamo tanto ricche di amore dentro, ce lo meritiamo e saremo mamme, si tratta solo di trovare la chiave giusta per noi.
    Ti abbraccio e in bocca al lupo,
    Lu

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento