La foto di famiglia

Oggi è stato il classico giorno “no”, uno di quelli, insomma, in cui la mancanza della maternità si è fatta sentire con maggiore forza e vigore.

È il giorno di Santo Stefano e, come è normale che sia, le bacheche dei social network sono inondate di foto natalizie di ogni genere. Foto con parenti, amici, animali domestici e… “mamme pancine”. In modo particolare, l’occhio mi è caduto su tre immagini: la prima ritraeva una mia compagna di scuola in evidente attesa del secondo figlio. La seconda, in realtà un collage di due immagini, vedeva protagonista una mia amica di vecchia data prima e dopo il parto avvenuto qualche giorno fa. La terza immortalava mio cognato e mia sorella insieme a mia nipote attaccata al seno di sua madre.

Tutte queste foto mi hanno intristita molto. Le giovani madri sono tutte donne più o meno mie coatanee, in due casi su tre sposate da meno tempo di me. Perché per loro è stato tutto così semplice mentre per me e mio marito la strada è tutta in salita? Perché una cosa tanto naturale come la procreazione per certe donne è cosa semplissima mentre per altre no? Perché loro sono già madri e io, che provo da più di due anni, no?….