Aspettando il nostro miracolo

Dopo appena un anno dalla luna di miele mi trovarono un fibroma così grande in utero che la mia mamma pensava fossi incinta. Operazione con cesareo. Nei successivi anni si sono susseguite altre piccole operazioni meno invasive ma tra quello e i miei problemi ovulatori, non riuscivo a restare incinta e  il dottore mi consiglió una clinica. D’altra parte ormai era chiaro a tutti il mio malessere, ogni mese quando arrivava il ciclo me ne restavo un giorno intero a letto a piangere. Ogni volta era un lutto..Abbiamo intrapreso la fecondazione assistita all’alba de mio 40esimo compleanno, quando come un macigno mi è arrivata la consapevolezza della mia non più giovane età. Due tentativi fatti, tantissime punture, tanti fastidì, un aborto in fase iniziale.. il dolore che mi attanagliava e il caos ormonale. Niente. Mi sentivo svuotata e la nostra relazione si stava iniziando a intaccare purtroppo, dallo stress della situazione. Desideravamo così tanto un figlio, da sempre, che proprio non riuscivamo a immaginarci la vita senza.. io però ero esausta e non mi sentivo pronta per un nuovo tentativo di fivet… così passava ancora il tempo. Dopo un anno, quando ormai non ci pensavamo quasi più, è arrivato il nostro bimbo. Io credevo quasi di essere entrata in menopausa e rifiutavo di fare un test.. per non restare di nuovo delusa… finché alla fine, prima di darmi alla verniciatura della cucina, mi convinsi a fare il test. Dopo 8 mesi (con una gravidanza fisicamente perfetta ma mentalmente un caos) è nato il nostro miracolo. Forse la cura ormonale aveva funzionato, forse non pensarci più. Forse la fortuna. Ma se chiudo gli occhi mi rivedo sempre nel letto a piangere, all’arrivo del ciclo.. sono i traumi che non scorderò mai, e forse mi faranno godere ancora di più le gioie di avere un bimbo, o almeno mi faranno capire il dolore di tante tante donne come me..

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento