Parole Fertili a La Spezia

Il libro Parole fertili – Viaggio alla ricerca di un figlio arriva a La Spezia per una presentazione “corale” che coinvolge associazioni locali e la Direzione Aziendale ASL 5 della città.

Organizzato in collaborazione con l’Associazione in cerca di un bebè, l’incontro si terrà lunedì 30 settembre alle 17.30 presso lo spazio comunale “Urban Center”, sotto il Teatro civico di Via Carpenino. L’ingresso è libero.
Sarà presente l’antropologa Cristina Cenci, curatrice del volume insieme a Francesco Dimitri, mentre a leggere dei brani tratti dal volume sarà Alessandra Bianchi. Parteciperanno, inoltre, le associazioni Cicogna distratta, ADEL e Le Spugne.

In Parole Fertili – Viaggio alla ricerca di un figlio, edito da Mondadori Electa con il contributo incondizionato di IBSA Farmaceutici Italia, sono raccolte oltre 50 storie di donne e uomini che condividono l’esperienza dell’infertilità e della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), del percorso verso un figlio in cui entrano in gioco emozioni potenti che possono influire sull’intera vita della coppia, anche al di là del figlio.

Questo libro vuole offrire un aiuto per gestire queste emozioni usando il mezzo più antico che c’è: le storie. Il progetto Parole Fertili è nato prima online con il sito parolefertili.it che raccoglie in maniera libera e anche anonima i racconti degli utenti. Sono state scelte alcune di queste testimonianze corredate da hashtag per “navigare” tra pagine e sentimenti.

Sostenendo la pubblicazione del libro, IBSA Farmaceutici Italia ha voluto restituire qualcosa di prezioso a tutte le persone, donne e uomini, che hanno donato la loro storia a Parole Fertili, nella consapevolezza che il percorso della PMA possa essere affrontato in maniera più naturale e serena, se vissuto e condiviso con empatia. In questo senso il progetto vuole rappresentare anche uno stimolo per sensibilizzare tutti coloro che operano nel settore ad agire e relazionarsi con le coppie che compiono questo percorso in modo più empatico e attento alle differenti sensibilità personali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento