Il fumo riduce la fertilità maschile, effetti sulla Pma

Tutta colpa del cadmio. Il fumo di sigaretta riduce la fertilità maschile, e proprio per via dell’esposizione a questo metallo, interferisce con le tecniche di procreazione medicalmente assistita (Pma). Questo perché il cadmio tende a depositarsi sulla membrana dello spermatozoo, alterandolo.

E’ quanto emerge da uno studio condotto dal gruppo di Carlo Foresta, direttore dell’Unità di Andrologia e Medicina della Riproduzione dell’Università di Padova.

“Il fumo di sigaretta – ci spiega Foresta – rappresenta una fonte di metalli pesanti, in particolare il cadmio è tipico delle sigarette classiche. Abbiamo scoperto attraverso una microscopia elettronica a scansione (associata ad analisi di dispersione dei raggi X) come il tabagismo contribuirebbe allo sviluppo dell’infertilità maschile”.

Leggi l’articolo “Il fumo riduce la fertilità maschile, effetti sulla Pma”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento