Voglio diventare padre: storie personali e riflessioni sull’infertilità maschile

“L’uomo vive cercando di misurare la propria virilità: dalla lunghezza del pene, quando è giovane, fino alla vitalità dei propri spermatozoi, quando decide di fare un figlio. Se questa misurazione si inceppa, va in crisi: si sente impotente, perde l’autostima, e poi entra in gioco il senso di colpa nei confronti della propria compagna. Tutto questo può portare a una forma di depressione e a un isolamento sociale. Mi è capitato di seguire coppie che facevano la fecondazione e avevano problemi sessuali legati al fatto che fare l’amore era diventato solo un atto terapeutico”. 

Continua a leggere su La Repubblica…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento