Terapie antitumorali e fertilità. L’importanza del counselling

La Dott.ssa Stefania Amicucci, Specialista in ginecologia e Ostetricia 
dei Centri Medici GynePro, sottolinea l’importanza di tutelare la fertilità nelle pazienti sottoposte a chemio o radioterapia, ma spiega che spesso l’informazione a riguardo e il counselling con gli Specialisti risultano inadeguati.

Se il prolungamento dell’aspettativa di vita resta indubbiamente l’obiettivo primario delle terapie antitumorali, non meno importante è assicurare al paziente che sopravvive al cancro una soddisfacente qualità della vita, il che per un paziente giovane può voler dire, tra le altre cose, conservare la possibilità di avere in futuro dei figli.

L’azione gonadotossica dei trattamenti antitumorali espone il paziente oncologico a un rischio concreto di futura infertilità: per i medici attuare ogni sforzo possibile per tutelare la fertilità del paziente colpito da tumore dovrebbe perciò configurasi come un vero e proprio obbligo deontologico e morale.

Continua a leggere l’articolo su Progestazione.it

Tiroide e salute delle ovaie

img_fertilitaÈ ormai dimostrato come le malattie della tiroide siano strettamente correlate alla salute riproduttiva della donna e possano determinare difficoltà di concepimento e di impianto dell’ovocita, ma anche aborti spontanei e malformazioni del feto.

Riguardo a questa relazione, è stata recentemente pubblicata sull’Indian Journal of Endocrinology and Metabolism, una approfondita review che ha preso in esame i numerosi articoli ad oggi dedicati al legame tra disturbi della tiroide e sindrome dell’ovaio policistico (PCOS).

Quest’ultima è una patologia endocrina, caratterizzata da ingrossamento delle ovaie e presenza di piccole cisti, che determina riduzione o assenza di ovulazione ed è tra le cause più frequenti di infertilità femminile.

Continua a leggere l’articolo su Progestazione.it

 

Gli andrologi: stile di vita e sport migliorano il sesso

img_progestazione_big_coppiaSmettere di fumare, fare attività fisica regolare, mangiare bene: semplici regole, già note, ma non sempre applicate, che gli Esperti raccomandano per prevenire diverse patologie andrologiche, tra cui deficit erettile e infertilità. Un messaggio che gli Andrologi, riuniti al XXXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Andrologia (SIA) hanno voluto ribadire, sottolineando il ruolo primario dello stile di vita e dello sport nella funzionalità sessuale maschile.

Continua a leggere l’articolo su Progestazione.it

La legge 40: la PMA in Italia

Nel febbraio del 2004 è stata approvata in Italia la prima legge per regolamentare la PMA. Si tratta della legge 40, contenente le “Norme in materia di Procreazione Medicalmente Assistita”, ancora in vigore, ma oggi rivoluzionata in diversi suoi punti a seguito di una lunga serie di sentenze interpretative.

L’iter di questa legge è stato difficoltoso sin dall’inizio, a causa della “delicatezza” sociale e culturale della materia trattata, tanto che un anno dopo la sua approvazione è stata persino oggetto di referendum abrogativo, rimasto senza esito per mancato raggiungimento del quorum.

Continua a leggere l’articolo originale su Progestazione.it