Articoli

Lutto prenatale e perinatale, 10 consigli che aiutano a superare il dolore

Il lutto prenatale e perinatale è un evento molto delicato e frequente, dinanzi al quale gli adulti sono spesso impreparati. Nel momento in cui una gravidanza si spegne, sopraggiunge un dolore profondo e inspiegabile, che scuote e cambia chi lo vive e tutto il contesto intorno. Inoltre, affrontare il tema della morte è ancora più difficile quando occorre spiegarla anche ai bambini.

Continua a leggere

Amy Schumer sceglie la fecondazione in vitro per una seconda gravidanza

Amy Schumer contro ogni tabù. La comica e attrice americana ha raccontato sul suo profilo Instagram di aver scelto la fecondazione in vitro per dare un fratello al primogenito nato lo scorso maggio. Descrivendo le sue emozioni e il suo malessere e chiedendo consigli ai follower su una pratica medica che divide ancora l’opinione pubblica. Ma che viene scelta sempre più spesso da coppie del mondo dello spettacolo e non solo.

Continua a leggere

Diventa mamma dopo tumore alla vescica, a Roma il terzo caso al mondo

Poco dopo le 10 del 23 dicembre è nato, con taglio cesareo, il piccolo Adriano, presso la Clinica ostetrica e ginecologica del Policlinico Umberto I di Roma. Ma non è stato il solito intervento di routine, perché la mamma – spiegano dall’ospedale – nel 2015 era stata sottoposta dal professor Michele Gallucci all’asportazione radicale della vescica, a causa di un tumore invasivo, con il confezionamento di una neovescica.

Continua a leggere

Gravidanza nel terzo millennio, ecco come è cambiata

9 piccole o grandi rivoluzioni recenti nel modo di affrontare gravidanza, parto ed eventuali malattie collegate. Dalla diagnosi prenatale alle grandi innovazioni in chirurgia, dalle nuove raccomandazioni sulle vaccinazioni alla questione sociale e culturale della violenza ostetrica e altro ancora: i primi vent’anni del nuovo millennio hanno cambiato molti aspetti della gravidanza e del parto. Ecco alcuni tra gli avanzamenti più significativi di questo periodo.

Continua a leggere

“Diversamente incinta”: la storia di Laura Coccia

Diventare mamma nonostante la disabilità si può. Anche se si tratta di una disabilità importante. E anche se in passato era diffusa l’idea che non fosse possibile. A raccontarlo è Laura Coccia, 33 anni, ex deputata e atleta, che ha deciso di condividere la sua dolce attesa attraverso i social.
Laura ha una tetraparesi spastica, è sposata con Luca e aspetta un bimbo che si chiamerà Giacomo, la cui nascita è prevista per il mese di gennaio.

Continua a leggere

«Così ho superato la morte dei miei figli»

Quando muore un bambino ancor prima di nascere o appena dopo la nascita, per la madre l’esperienza del lutto può portare persino alla follia. Erika Zerbini è una mamma che ha deciso di occuparsi di lutto perinatale a partire dalla sua esperienza personale. Ha aperto il blog Professione Mamma e ha cominciato ad entrare in contatto con psicologi e operatori. Accettando e superando quanto le è accaduto.

Continua a leggere

Avere un figlio dopo un cancro al seno

Quando riceve la diagnosi di cancro al seno è il luglio del 2007; Sara ha 31 anni. Carcinoma alla mammella non ormono responsivo. All’epoca è una ricercatrice in Oncologia molecolare presso l’Università di Tor Vergata e sa che cosa significa trovarsi da un giorno all’altro dall’altra parte del vetrino. E sa anche che cosa vuole dire quando aggiungono che il cancro è in metastasi perché si è già diffuso nei linfonodi ascellari.

Continua a leggere

Incinta dopo il tumore, la battaglia vinta di Francesca: «Mi dissero non avrai più figli»

SENIGALLIA  – Sembrava si fossero ripresentati i sintomi del tumore, sconfitto due anni prima, ma, contro ogni aspettativa, ha scoperto invece di essere incinta. Ora è al sesto mese. «Si chiamerà Vittoria – racconta Francesca Olivi, 41enne commerciante con la passione per la moto -. Dopo la chemioterapia mi avevano detto che non avrei potuto avere figli. Ne avevo già due per fortuna. Così nei mesi scorsi, quando mi sono comparsi i primi sintomi della gravidanza, ho temuto si fosse ripresentato il linfoma non Hodgkin. Erano simili infatti ma tanto sapevo che figli non ne avrei più potuti avere, quindi non ci pensavo proprio».

Continua a leggere

Tumore al seno in gravidanza, la storia di speranza di Valentina: “Si può guarire”

Mamma e avvocato 47enne di Genova, Valentina ha scoperto dieci anni fa di avere un tumore al seno, in una forma particolarmente aggressiva chiamata triplo negativo in quanto non rispondente ai tre principali protocolli terapeutici disponibili. E lo ha saputo mentre era incinta del suo secondo figlio. Ma la sua storia, anche grazie alle capacità dei ricercatori, ha avuto un lieto fine che oggi, in un discorso pieno di speranza, Valentina ha avuto il coraggio di raccontare di fronte presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione dell’apertura al Quirinale dell’evento ‘I giorni della ricerca‘, promossi da Airc, la Fondazione per la Ricerca sul Cancro. “Oggi dal tumore al seno si guarisce, anche in gravidanza”, ha detto la donna.

Continua a leggere

Gravidanza e maternità, cinque impegni degli ostetrici ginecologi

Tutelare la maternità rispettando i tempi della gestante, arginando la tendenza a medicalizzare in maniera eccessiva la gravidanza e il parto. Questo l’impegno, articolato in cinque punti, sottoscritto dai medici che fanno parte dell’Associazione ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) che hanno aderito al movimento Choosing Wisely, progetto lanciato in Italia da Slow Medicine, la rete che sostiene un’assistenza sanitaria basata sul dialogo tra medici e pazienti. Le cinque raccomandazioni sono state presentate oggi a Napoli dove è in corso il congresso nazionale di ostetricia e ginecologia.

Continua a leggere