Articoli

Infertilità, dalla psicologa consigli per le coppie in cerca di un bimbo

A Natale 5 “dritte” per evitare stress e malinconie

L’imbarazzo di dover rispondere a domande inopportune come la classica “quando farete un bambino?” raggiunge l’apice, per le coppie infertili, sotto Natale. “La sofferenza delle coppie che stanno lottando contro le difficoltà a concepire e l’angoscia per un bambino che non arriva si fa sentire ancora più forte durante il periodo che è alle porte.

Il Natale è occasione di bombardamento mediatico con messaggi su bambini, famiglie, che prestano sempre troppa poca attenzione a chi un bambino non ce l’ha”. A ricordarlo Federica Faustini, psicologa e psicoterapeuta del centro B-Woman per la salute della donna, che pensa a 5 consigli utili in questo periodo dell’anno per chi sta cercando con difficoltà un bimbo.
“Occorre proteggersi – evidenzia – ossia sottrarsi da quelle situazioni specifiche legate al Natale che potrebbero essere faticose da tollerare dal punto di vista emotivo. Ci sono, ad esempio, alcune coppie che trovano conforto nello stare in mezzo ai bambini, mentre altre no. In quest’ultimo caso, potrebbe essere utile evitare o declinare inviti dove ci saranno tante famiglie con bambini e preferire, invece, organizzare del tempo con coppie che non hanno figli o con quelle che ne hanno, ma molto più grandi”. 

Continua a leggere l’articolo Infertilità, dalla psicologa consigli per le coppie in cerca di un bimbo

I bimbi prematuri del Niguarda diventano piccoli elfi: le immagini più tenere di Natale

Nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Niguarda di Milano anche quest’anno i piccoli ospiti sono stati vestiti con abitini natalizi sferruzzati dalle volontarie di “Cuore di Maglia”. E nel vicino reparto di Ostetricia nel frattempo si festeggia anche l’arrivo delle 30 culle per il cosleeping

Si sono trasformati in piccoli Babbo Natale ed elfi, i bimbi nati prematuri ricoverati nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Niguarda di Milano. Grazie ai sacchi rossi, i cappellini e i doudou a tema natalizio, fatti a mano dalle volontarie dell’associazione Cuore di Maglia, i piccoli hanno regalato ai propri genitori e a tutto il personale sanitario un 25 dicembre tenero e speciale. “Una magia che si rinnova ogni anno a Natale – raccontano dal Niguarda – Quest’anno il Covid non ci ha concesso di fare le cose in grande, ma abbiamo fatto la nostra parte per ritagliarci un momento di gioia e normalità”.

Continua a leggere