Avere un figlio dopo il cancro

Hai 30 anni. Il lavoro e le ambizioni prendono forma, l’amore è una persona speciale al tuo fianco con cui fai progetti di vita. Ma, all’improvviso, la diagnosi irrompe come uno tsunami: cancro. Ecco quello che accade a 8.000 under 40 italiani a cui ogni anno viene diagnosticato un tumore. Sono circa 30 al giorno.

genitori-725x451

 

«Le donne rappresentano il 60% dei pazienti» nota Carmine Pinto, presidente dell’Associazione italiana oncologia medica (www.aiom.it). «Le neoplasie più diffuse? Quelle al seno, ai testicoli e i linfomi. Per fortuna si tratta di tumori con alte possibilità di guarigione, tra il 70 e il 90%. Quindi abbiamo il dovere di garantire a chi  si ammala un futuro su tutti i fronti, maternità e paternità comprese». Le terapie contro il cancro possono infatti mettere a rischio la capacità di procreare.

Continua a leggere su Donna Moderna

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Maternità over 40: cosa c’è da sapere

Due nuovi strumenti informativi di AISM per futuri genitori

Compie 40 anni la prima bimba italiana nata “in provetta”

Una mappa genetica indica la strada per curare l’endometriosi

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione