La mia ricerca della gravidanza

Via racconto la mia storia in questo percorso bellissimo alla ricerca di un bebè. Sono Denise ho 22 anni, quasi 23 e sono alla ricerca della mia prima gravidanza da 28 mesi, 2 anni e 4 mesi di sofferenza. Chi non ha mai provato questa sensazione ti chiederebbe subito, perché sofferenza? Cercare un bambino non è una cosa bella? Certo che sì, anzi non c’è cosa più bella che desiderare un figlio entrambi, cercarlo, provarci. Per me e il mio compagno è stato subito così, abbiamo deciso dopo 1 mese di convivenza di provarci, ci sentivamo pronti a diventare genitori forse per le nostre infanzie poco belle. Io 20 anni e lui 21, non siamo mai stati ragazzi con la fissa delle discoteche, dell’uscita ogni sera, dell’aperitivo fuori, noi avevamo un sogno in comune: diventare genitori. Così tutto ebbe inizio, abbiamo cominciato a provarci, inesperti dei giorni fertili, non sapevamo nulla dell’ovulazione della donna, non sapevamo niente su questo mondo, sembra stupido da dire ma per noi era semplice fare un figlio. Forse perché fino a quel momento non avevamo mai sentito storie di donne o uomini che avevano avuto problemi a fare dei figli. Le nostre madri […]

Speranza

La mia parola è speranza. Stiamo lottando con tutte le nostre forze per riuscire a diventare genitori. 32 anni e l’ unica strada davanti a noi possibile è l’ eterologa….ho una anomalia cromosomica che potrebbe portare problemi all’ embrione e gli ovociti sono di scarsa qualità. Sto lottando con tutte le mie forze, ma la strada è davvero dura.

Mi sento cosi sola…

Ho 34 anni e sono sposata da 1 anno e mezzo. Io e mio marito stiamo cercando di avere un figlio dal nostro matrimonio. Io ho subito per 3 volte un intervento all’utero per una malformazione e l’anno scorso mi hanno asportato la tuba sinistra per una gravidanza extrauterina. A giugno andremo al centro di fecondazione assistita per farci aiutare. Mi sento così sbagliata e così sola. Vorrei solo piangere.

22 anni in pma

Ho 22 anni e anche se sono giovane cerco una gravidanza da 3 anni  dopo un anno di tentativi scopro di avere le tube danneggiate da un infezione (ureaplasma) che pultro non andava via, dopo mesi e mesi lo debbellata ma mi a danneggiato le tube così a soli 20 anni entro nel mondo della pma dopo un anno di accettamenti e attese prima  stimolazione produto troppo data la mia giovene età quindi iperstimolazione grave( ho rischiato di morire) dopo mesi di ripresa faccio il mio primo ciò trasfer ma a10 pt di blasto valore delle beta 0 NEGATIVE!!! sono molto triste La mia prima icsi è andata male, di 2 blastocisti nessuna si è attacca a me! 😔Ho ancora 4 blastocisti congelate ma sono molto demoralizzata a 22 anni mi ritrovo con 3 anni di tentativi e già una icsi fallita, non so cosa altro fare, quando pensi di aver fatto tutto ti trovi al punto di partenza perennemente una strada in salita la stanchezza si fa sentire la voragine del dolore sempre più profonda, come si fa ad andare avanti a combattere come?? È una guerra senza fine non si vede uno spiraglio a cui aggrapparsi […]

La mia storia

Mi chiamo Lina, ho 46 anni, e questa è la mia storia. Il mio viaggio alla ricerca di un figlio è iniziato 8 anni fa, quando conosco mio marito. Sono stati anni difficili in cui abbiamo vissuto momenti dolorosi che continuiamo a fronteggiare. Solo oggi, grazie anche ad un percorso di terapia di coppia, ho deciso di condividerlo. Fin dai primi mesi di convivenza sia io che il mio compagno abbiamo iniziato a vivere con una certa ansia la ricerca di un figlio e la frustrazione ci porta a chiedere subito aiuto alla fecondazione assistita. Non sono molto convinta di iniziare questo percorso così presto ma l’inquietudine e la delusione di vedere intorno a me coppie avere figli senza problemi mi fanno illudere di poter arrivare subito al mio obiettivo. Per il poco tempo che abbiamo provato da soli e l’assenza di problemi specifici ci consigliano di provare prima con l’intrauterina che non va a buon fine. Così il passo successivo è la FIVET. Affrontiamo 6 transfert cambiando anche clinica. Solo in due occasioni le beta sono positive ma la gravidanza non è mai andata avanti. Al secondo impianto abbiamo l’illusione di esserci riusciti ma alla 7 settimana […]

See, the luck I’ve had ! Can make a good man turn bad

Non riuscivo a trovare un titolo adeguato alla mia storia e ho deciso di adottare un pezzo (molto significativo) di una canzone: “guarda la fortuna che ho avuto! Può trasformare un uomo buono in cattivo”. Ebbene sì lo ammetto, lo dico e lo sottoscrivo questo è ciò che sento dentro. Due anni fa diagnosi di sterilità primaria, le mie tube sono completamente ostruite e dovrò ricorrere alla pma di II°livello. Niente di tragico, affronto la cosa con serenità e con positività. Iniziano le indagini specialistiche, gli esami da protocollo e tutto il resto.. Arriva il momento e inizio la stimolazione ormonale con ottimi risultati, 6 ovuli fecondati e 4 blastocisti di buona qualità. Primo transfer, prima batosta…Non si capisce dove si sia collocato l’embrione in base all’andamento delle beta sembrerebbe un’extra uterina. Riusciamo più a vedere una minuscola cameretta gestazionale ma niente! Non è evolutivo. Amen. Altre due transfer delle tre blastocisti e niente di niente. Snervata, inizio a cercare su internet, mi documento su tutto, il mio cervello frigge e nel frattempo ho una voglia matta di ricominciare. Altri accertamenti, altre attese, nel frattempo il Natale…Secondo ciclo e 4 embrioni, ne arriva solo uno in quinta giornata. […]

I MIEI LUNGHI ANNI DI ATTESE… E POI IL MIRACOLO!

Cara lettrice, mi chiamo Elena, ho 38 anni e sono una ragazza molta attiva, positiva, piena di voglia di vivere ed entusiasmo. Faccio l’impiegata e ho una vita normalissima. Ho deciso di raccontarti la mia storia a lieto fine per trasmettere un po’ di speranza, coraggio e soprattutto positività a tutte quelle persone che, come me e forse anche te, si trovano ad affrontare il periodo orribile dell’infertilità. “Infertilità”, parola della quale non conoscevo per nulla il significato e che in questi anni ho dovuto imparare. Io e mio marito abbiamo deciso di volere un bambino nel 2015, 6 anni fa. Abbiamo iniziato così la nostra “ricerca” con molte aspettative. Ricordo, adesso con un sorriso, che ingenuamente dopo un viaggio a New York ci siamo detti che quello sarebbe stato il nostro ultimo viaggio in due. Mai avrei immaginato il percorso che avremmo dovuto intraprendere. I mesi passavano e con loro la delusione che il bimbo non arrivasse subito. Dopo due anni di tentativi sono rimasta incinta, era la fine del 2016. La felicità è stata immensa, ma purtroppo il destino non era dalla nostra parte e a circa 8 settimane l’ho perso per un aborto spontaneo. E’ […]

Il viaggio infinito

Non ho mai avuto voglia di maternità fino a quando non ho visto quello che sarebbe diventato poi mio marito giocare con un bimbo. Ecco in quell’istante desideravo tra le braccia un bimbo coi suoi ricci. Iniziamo a provarci ancora prima di sposarci ma capiamo fin da subito che la strada sarebbe stata in salita. Ci sposiamo nel 2015 e dopo qualche mese mi hanno operato per un mioma con taglio cesareo e ci dicono di aspettare almeno 1 anno prima di riprovare; nel frattempo il medico che ci seguiva ci tiene ad informarci che la figlia aveva una clinica privata dove effettuava fecondazioni assistite. Mi riprendo dall’intervento e dopo 1 anno cambiamo medico e dopo vari tentativi approdiamo nello studio di un medico che ci parla di esami che fino a quel momento non avevamo mai sentito. Isteroscopia, esami genetici, isterosalpingografia, esami all endometrio…non trovano nulla tranne una infezione curata con una tecnica dolorosa e debilitante. Dopo il quadro clinico completo inizio le stimolazioni con rapporti mirati e l unica cosa che cresce dentro di me è un polipo asportato in laparoscopia. Decidiamo per la fivet, appuntamento al centro rimandato perché nel frattempo si scatena una pandemia […]

La nostra favola… forse!

C’era una volta… … ci conosciamo da sempre, stiamo insieme da quando avevo 15 anni (e lui 17) e, dopo aver preparato una casa accogliente, comoda e adatta ad una famiglia che desidera allargarsi, nel 2013 decidiamo di sposarci e di provare a diventare genitori! Un mese, due, tre… e subito ci rendiamo conto che potesse esserci qualche problema. Prenoto una visita dal ginecologo che mi ha in cura da quando avevo 15 anni e mi dice di “non avere fretta”, di “non pensarci” e che dal punto di vista ginecologico è tutto a posto. E gli amici fanno figli… e le famiglie fanno battutine e frecciatine… a tema! Passano i mesi… che iniziano a diventare anni e il ginecologo insiste sull’aspettare, ma intanto ci consiglia di iniziare a sentire qualche centro per la procreazione assistita, magari privato in quanto le strutture pubbliche hanno tempi e liste di attesa molto lunghe. Inizia così il nostro pellegrinaggio, in centri privati e pubblici, con liste infinite di esami e visite dai quali non è emerso nulla che potesse giustificare la nostra infertilità. Abbiamo incontrato medici di ogni tipo (e qui occorrerebbe aprire un capitolo apposito), uniti tutti da una stessa […]

Parole INfertili

Fino a qualche anno fa credevo che la gravidanza avrebbe rappresentato uno dei momenti più belli della mia vita, l’ho creduto davvero, fino a quando mi sono trovata nel pieno vortice di una fase che nei piani non era prevista: la ricerca di una gravidanza che non arriva. Il primo anno di matrimonio lo ricordo come pieno di aspettative, non ero a conoscenza di quel bel pacchetto di stress che conteneva termometri basali, stick ovulazione, app monitorazione ciclo mestruale e (ciliegina sulla torta) una sfilza infinita di test di gravidanza bianchi come il latte.  Avevo 28 anni, io e mio marito vivevamo lontani, credevo che sarebbe servito solo il nostro amore e nonostante il mio bel ciclo irregolare da PCOS il nostro sogno di allargare la famiglia si sarebbe presto realizzato. Dopo un anno e mezzo decido di trasferirmi, pensare al benessere del mio matrimonio, adottare un cane e fare “qualche controllo” giusto per rasserenarmi. Controlli ok per entrambi e mentre mi faccio rigirare per bene dal centro PMA di I livello avviene il miracolo: test positivo. Ricordo quelle 7 settimane come un periodo meraviglioso, ero talmente felice che mi sembrava di essere protagonista di un film Disney, […]