Camihawke risponde a chi insinua che sia incinta: “Non c’è la giusta sensibilità sul tema maternità”

Camihawke ha deciso di affrontare un argomento delicato nelle sue Instagram Stories. In seguito al commento di una follower, che ipotizzava una sua gravidanza, ha voluto ribadire quanto certe supposizioni o domande possano ferire chi è dall’altra parte. “Il fatto che anni fa si facessero domande senza scrupoli sulla maternità non significa che fosse giusto” ha scritto, invitando a una maggiore sensibilità, soprattutto quando non si conosce la storia di chi si ha di fronte. Le donne sono ancora troppo spesso vittime di un’ingiustificata pressione sociale che le vorrebbe inquadrate in determinati stereotipi. Le parole “matrimonio” e “maternità” sono dietro l’angolo arrivate a una certa età e con esse le domande scomode e le affermazioni indelicate di chi si sente in diritto di esprimersi senza alcun tatto, senza conoscere la storia e il passato di chi c’è dall’altra parte. Camilla Boniardi, la famosa Camihawke dei social, è solo l’ultima ad aver subito questa mancanza di sensibilità e per questo ha voluto dire la sua sull’argomento, ribadendo quanto bisogno ci sia oggi più che mai di accortezze quando ci si rivolge all’altro, senza sputare sentenze, ipotesi e deduzioni. Proprio perché la nostra società tende ancora a identificare la donna come madre, l’infertilità è un argomento […]

Parte a Treviso un percorso per la fertilità di coppie in cerca di un bambino

Un servizio – che si preferisce però chiamare “percorso” – ha preso avvio a Treviso con la firma di un protocollo tra Ulss 2 “Marca trevigiana” e il Centro della Famiglia. Destinato alle coppie infertili per il raggiungimento della gravidanza, il percorso offrirà un nuovo servizio integrato di accompagnamento psico-medico ed educativo. La collaborazione tra Consultorio Familiare del Centro della Famiglia e Azienda Ulss 2 prevede interventi condivisi e mirati a offrire accompagnamento alla gravidanza e durante i primi mesi di vita del bambino oppure, in alternativa, supporto per l’adozione o l’affidamento. A disposizione si saranno medici e specialisti, piscoterapeuti, sessuologi, ostetrici, esperti in scienze dell’alimentazione e consulenti etici, in un percorso dedicato e protetto.  Un pacchetto completo di colloqui di orientamento e informazione, consulenze etiche e psicologiche, visite specialistiche, accertamenti diagnostici, fino agli interventi e alle analisi degli esiti. Il tutto con un approccio globale e multidisciplinare, che prevede, oltre a indagini mediche per escludere altre patologie e per affrontare quelle superabili, lo sviluppo della consapevolezza della fertilità tramite figure professionali appositamente formate e l’accompagnamento psicorelazionale a sostegno della relazione di coppia. Continua a leggere…

Nasce “In Seno alla Salute”. Consulti e screening gratuiti per la prevenzione delle cause di infertilità legate al tumore al seno

Nasce il progetto InSenoallaSalute del Ministero della Salute con l’obiettivo di fornire alle donne in età fertile uno strumento di conoscenza della salute riproduttiva e delle misure di prevenzione delle cause di infertilità legate al tumore al seno, nonché la possibilità di effettuare un consulto medico telefonico gratuito Le donne interessate, attraverso una semplice procedura di autenticazione con il telefono cellulare, nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di Privacy, potranno accedere alla compilazione di un questionario anamnestico, in base al quale saranno individuate quelle “a maggior rischio”. Continua a leggere…

Pma. Aumento fondo da 5 mln. Pronto il decreto col riparto

È pronto il decreto con il riparto di 5 milioni di euro aggiuntivi al Fondo per le tecniche di procreazione medicalmente assistita stanziato nell’ultima Legge di Bilancio. Lo scopo dei fondi aggiuntivi è quello di riconoscere un contributo alle coppie con infertilità e sterilità per consentire l’accesso alle prestazioni di cura e diagnosi dell’infertilità e della sterilità, in particolare alle coppie residenti in regioni dove tali prestazioni non sono state ancora inserite nei livelli essenziali di assistenza o risultano insufficienti al fabbisogno. Ora il testo dovrà approdare in Stato-Regioni per il parere. Continua a leggere…

Aiuta un figlio a nascere: la PMA apre le porte al Parlamento.

La Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU) ha deciso di organizzare, per il mese dell’infertilità, una serie di incontri con l’obiettivo di far conoscere alle Istituzioni le eccellenze italiane della medicina e della biologia della riproduzione umana e di far toccare loro con mano quello che ogni giorno migliaia di operatori fanno per supportare le coppie infertili e per aiutarle a realizzare il loro sogno genitoriale, contrastando in questo modo l’alto tasso di denatalità presente in Italia. Il progetto prevede l’attuale partecipazione di 61 Centri Italiani di Procreazione Medicalmente Assistita presenti su tutto il territorio nazionale, che apriranno le loro porte a tutti i parlamentari di Camera e Senato nonché al Ministero e ai Sottosegretari della Salute. L’iniziativa si svolgerà durante tutto il mese di Luglio e il singolo parlamentare potrà prenotare la propria ‘visita guidata’ in un percorso all’interno delle innovazioni della riproduzione umana assistita. L’evento sarà anche un’occasione di confronto per sensibilizzare le istituzioni sulle problematiche e criticità esistenti legate alla mancata applicazione dei Lea e alle carenze legislative nonché sulla necessità di Linee Guida chiare ed efficaci per la diagnosi e il trattamento dell’infertilità di coppia così da poter intervenire con tempestività e prontezza, aiutando un figlio a nascere. Continua […]

Francia: procreazione assistita per tutte le donne, il Parlamento approva la legge

Definitivo via libera del parlamento francese al progetto di legge sulla bioetica che include, tra l’altro, l’emblematica estensione della procreazione medicalmente assistita (pma) a tutte le donne, incluso donne single e lesbiche. Dopo due anni di navetta parlamentare, una delle principali promesse elettorali del presidente Emmanuel Macron, arriva dunque a compimento.  Dopo anni di dibattito infuocato e un lungo processo legislativo, la legge sulla “Pma per tutte” è stata approvata dall’Assemblea nazionale con 326 voti favorevoli, 115 contrari e 42 astensioni. Promessa dall’allora presidente socialista Francois Hollande, vede ora la luce sotto la presidenza di Emmanuel Macron “dopo nove anni di gestazione e un parto nel dolore”, commenta l’associazione Inter-Lgbt, citata dai media francesi. La nuova legge contiene anche un’altra novità, la possibilità per i figli maggiori di diciotto anni di conoscere l’identità di chi ha donato lo sperma o gli ovociti. In questo caso non verrà comunque legalmente riconosciuto nessun legame di filiazione con il donatore. Continua a leggere…

Vaccini Covid e gravidanza, “nessun rischio ma serve chiarezza contro disinformazione”

Vaccini Covid, gravidanza e allattamento. Esistono regole e precauzioni specifiche per le donne che stanno affrontando l’esperienza della maternità? Secondo la SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, “la vaccinazione non è controindicata in gravidanza“. SIGO, in una nota congiunta con SIN (Società Italiana di Neonatologia) e SIMP (Società Italiana di Medicina Perinatale), specifica che la somministrazione dei vaccini anti-Covid non è controindicata nemmeno in fase di allattamento.Le società scientifiche aggiungono che vaccinarsi contro il coronavirus non comporterebbe rischi nemmeno per le donne che assumono contraccettivi ormonali e che “non vi è nessun dato scientifico che ipotizza ripercussioni della vaccinazione sul potenziale riproduttivo maschile o femminile“. Continua a leggere…

Fibromi uterini, all’ospedale di Civitanova un ambulatorio per curarli: “Riferimento d’eccellenza”

I fibromi uterini costituiscono una delle più frequenti patologie femminili con una incidenza stimata tra il 20 ed il 40% tra i 25 ed i 60 anni. Si tratta di tumori benigni dell’utero talvolta anche multipli e molto voluminosi che possono dare infertilità, importanti irregolarità delle mestruazioni, dolori pelvici ed alterazioni dell’apparato urinario come difficoltà nella minzione o aumento della frequenza minzionale. Talvolta possono determinare serie complicazioni della gravidanza come minaccia di parto prematuro o difficoltà nel parto ed in rari casi (0,2-0,5% di tutti i fibromi) possono essere anche maligni. Patologia quindi frequente e spesso causa non solo di forti disagi ma anche di ricorso all’intervento chirurgico. La causa è ancora sconosciuta, ma sicuramente giuoca un ruolo importante la componente ereditaria, in quanto si riscontra più frequentemente in certe famiglie e in determinate popolazioni. Al Reparto di Ginecologia Ostetricia di Civitanova Marche, dal prossimo mese di luglio 2021, sarà attivo uno specifico Ambulatorio dedicato a questa patologia. “Si rendeva necessario dare una risposta integrata multidisciplinare a questa patologia,  afferma il dottor Filiberto Di Prospero direttore dell’Unità Operativa. Quindi in accordo con la Direzione Generale dell’Area Vasta 3 e la Direzione del Dipartimento Materno Infantile abbiamo creato un polo di riferimento per […]

Fecondazione: rapporto Cedap, 3% gravidanze da procreazione assistita

L’88,8% dei parti, nel 2019, è avvenuto in strutture pubbliche. L’età media delle madri italiane è di 33 anni, superiore a 31 anni al primo figlio. Il ricorso alla procreazione medicalmente assistita (Pma) risulta effettuato in media 3,06 gravidanze ogni 100. La tecnica più utilizzata è stata la fecondazione in vitro, con successivo trasferimento di embrioni nell’utero (Fivet), seguita dal metodo di fecondazione in vitro tramite iniezione di spermatozoo in citoplasma (Icsi). Questi alcuni dei dati rilevati dal Rapporto Cedap sulle nascite in Italia, a cura dell’Ufficio di statistica del ministero della Salute, che illustra i dati rilevati per il 2019 dal flusso informativo del Certificato di assistenza al parto (Cedap) ed è pubblicato sul sito del ministero. Continua a leggere…

Schips lancia l’ambulatorio per l’infertilità maschile

Nuovo servizio nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti. Ed arrivano altri riconoscimenti per il direttore dell’Urologia dell’azienda sanitaria del territorio Non solo urologia, come tradizionalmente conosciuta, o applicata in campo oncologico.  Il prof. Luigi Schips volge l’attenzione all’andrologia e, dopo aver attivato ambulatori dedicati a Chieti e Vasto per lo studio dell’apparato genitale maschile e le relative terapie farmacologiche e chirurgiche, avvia un nuovo servizio. A partire da luglio all’ospedale di Ortona sarà attivo un ambulatorio dedicato alle patologie andrologiche con particolare attenzione ai problemi di infertilità maschile. “Si tratta di un servizio che sarà seguito da Roberto Castellucci, dirigente medico della nostra équipe – spiega Schips, Direttore dell’Urologia della Asl Lanciano-Vasto-Chieti e Ordinario all’Università D’Annunzio -. La finalità è garantire un’offerta diagnostica e terapeutica completa alle coppie che fanno i conti per il problema sempre più comune dell’infertilità, che riguarda circa il 15%. La scelta di attivare il servizio a Ortona è stata determinata dalla volontà di collaborare con il Centro di Procreazione medicalmente assistita diretto da Gian Mario Tiboni, al fine di offrire alle coppie un percorso integrato che possa prenderle in carico affrontando l’infertilità legata a problemi riproduttivi maschili, causa una volta su due della difficoltà a ottenere una gravidanza”. Continua a leggere…