fbpx

Affrontare l’Infertilità Secondaria: Cosa Devi Sapere

L’infertilità secondaria, cioè la difficoltà a rimanere incinte nuovamente o a portare a termine una gravidanza dopo aver già partorito, è un problema di salute pubblica molto diffuso con conseguenze significative sia per le persone coinvolte che per la società nel suo complesso.

Cos’è l’Infertilità Secondaria?

L’infertilità può colpire sia le donne che gli uomini. L’infertilità primaria è definita come l’incapacità di concepire per una coppia che ha avuto regolari rapporti sessuali non protetti per almeno cinque anni. Per parlare di infertilità primaria, si richiede generalmente un periodo di almeno un anno di sesso non protetto. L’infertilità secondaria, invece, è l’incapacità di concepire o portare a termine una gravidanza dopo aver già avuto successo con una gravidanza senza trattamenti per la fertilità. Di solito, i medici diagnosticano l’infertilità secondaria dopo che una coppia ha tentato di concepire per 6-12 mesi senza successo.

Le Cause dell’Infertilità Secondaria

Le cause possono variare, ma spesso sono simili a quelle dell’infertilità primaria. Queste includono:

  • Endometriosi: una condizione in cui il tessuto che normalmente riveste l’utero cresce fuori dall’utero.
  • Squilibri Ormonali: cambiamenti nei livelli ormonali che possono influenzare l’ovulazione o la produzione di spermatozoi.
  • Problemi di Peso: l’eccesso di peso o il sottopeso possono influire sulla fertilità.
  • Ostruzione delle Tube Uterine: ostacoli fisici che impediscono il passaggio degli ovuli o degli spermatozoi.
  • Cicatrici Uterine da Taglio Cesareo: cicatrici che possono ostacolare l’impianto dell’embrione.
  • Patologie del Sistema Riproduttivo Maschile: problemi come la bassa conta degli spermatozoi o la motilità ridotta.
  • Alterazioni del Tratto Genitale: anomalie anatomiche che possono ostacolare la concezione.
  • Abuso di Alcol o Tabacco: sostanze che possono influenzare negativamente la fertilità.

Un fattore comune nell’infertilità secondaria è l’età avanzata, spesso oltre i 35 anni. Poiché l’obiettivo è concepire un secondo figlio, il passare del tempo può influire sulla qualità sia degli ovociti che degli spermatozoi. In alcuni casi, l’infertilità secondaria viene diagnosticata come “inspiegabile”.

Continua a leggere l’articolo

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Marica Pellegrinelli incinta dopo il tumore alle ovaie

“Tra le cause dell’infertilità anche un’alimentazione non corretta: vi spiego cosa fare”

Fecondazione assistita, in Italia 217mila nati in 20 anni

PMA: come deve essere il centro ideale per eseguire i test genetici preimpianto

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione