fbpx

Dieta mediterranea “aiuta” la fecondazione assistita

Chi segue la dieta mediterranea per sei mesi prima di cominciare le cure per la fecondazione assistita ha più probabilità di avere un bambino. Ecco perché.

Le donne che seguono la dieta mediterranea nei sei mesi precedenti il trattamento di fecondazione assistita hanno una possibilità maggiore di concepimento. Uno studio dell’Università Harokopio di Atene ha, infatti, scoperto che le donne che mangiano più verdure fresche, frutta, cereali integrali, legumi, pesce e olio d’oliva e meno carne rossa, hanno fino al 65-68% di probabilità di successo in più.

I ricercatori greci hanno valutato la dieta di 244 donne nel momento in cui hanno iniziato il primo trattamento di fecondazione assistita, assegnando loro un punteggio alto in caso di maggiore aderenza alla dieta mediterranea.

Continua a leggere

News simili

Parole Fertili è tutto nuovo ed è già online. Il sito dedicato a chi… Continua

“Si stima che il 6-10% delle donne ne sia in qualche modo affetto. La… Continua

Ogni mese sono tantissime le donne in età fertile che affrontano i fastidiosi sintomi… Continua

Corsi di formazione e una mappa dei gruppi di sostegno: le realtà censite finora… Continua

L’infertilità è anche un problema maschile. Dovrebbe essere un’ovvietà dirlo ma ancora oggi non… Continua

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione