fbpx

“È colpa mia, è colpa sua” e i tabù sulla fertilità

Il dottor Luigi Fasolino, ginecologo, ci illustra i possibili percorsi da intraprendere quando la gravidanza tarda ad arrivare.

“Perché non rimango incinta?” si chiedeva spesso tra sé e sé Valentina che voleva più di ogni cosa diventare mamma. Perché non ci riusciva? Sbagliava a fare il calcolo dei giorni fertili. Dopo un aborto spontaneo Carolina ha scoperto di avere un’indometrite. Una volta curata questa patologia è rimasta incinta e dopo nove mesi ha partorito un bellissimo bambino, Andrea, il suo riscatto più grande. Dopo avere sondato sulla fertilità di lei e poi su quella di lui, Elisa e Giovanni hanno scoperto, attraverso uno spermiogramma, che gli spermatozi di lui erano piccoli, pochi e poco attivi. Dopo avere cercato invano una gravidanza hanno intrapreso un percorso di adozione e ora non vedono l’ora di conoscere il/la loro figlio/a. A Giordana, 44enne in menopausa, è stata proposta una procreazione medicalmente assistita eterologa. Dopo avere metabolizzato questa possibilità l’ha accettata e ora è incinta di una bambina che ama più di se stessa. Queste sono solo quattro delle numerose storie di maternità raccolte dal dottor Luigi Fasolino ginecologo, specialista in chirurgia laparoscopica e robotica mininvasiva e in Chirurgia della fertilità in Fertilità Tutto quello che devi sapere (e fare) per diventare mamma (Sperling & Kupfer, 2023), prezioso manuale dedicato a ogni fase e ogni aspetto dell’attesa. Lo abbiamo incontrato per sapere cosa fare per diventare mamma, come promette il suo manuale, e quali sono i possibili percorsi che le donne e i loro compagni alla ricerca di una gravidanza che tarda ad arrivare possono intraprendere.

La gravidanza non arriva, quando iniziare a indagare?
La gravidanza non è un meccanismo facile, nonostante sembri l’evento più naturale del mondo. Tanti fattori devono verificarsi con precisione: corretta ovulazione, efficace ruolo degli spermatozoi, apparato riproduttivo adeguato a ospitare una gravidanza o potenzialmente libero da patologie che la impediscano… Per cui anche se non arriva in breve tempo è bene sapere che non sempre ci si trova dinanzi a una situazione di infertilità. A seconda della storia clinica della coppia, l’età, o pregresse patologie – situazioni quindi da contestualizzare per ogni singola coppia – sarebbe corretto iniziare a indagare dopo un anno di rapporti non protetti caratterizzati da insuccesso nell’ottenimento di una gravidanza.

Continua a leggere l’articolo

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Marica Pellegrinelli incinta dopo il tumore alle ovaie

“Tra le cause dell’infertilità anche un’alimentazione non corretta: vi spiego cosa fare”

Fecondazione assistita, in Italia 217mila nati in 20 anni

PMA: come deve essere il centro ideale per eseguire i test genetici preimpianto

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione