fbpx

Infertilità secondaria: perché il secondo figlio fatica ad arrivare?

Succede spesso, ma se ne parla poco. Eppure la difficoltà a raggiungere una gravidanza, dopo averne già portata una a termine, è una condizione piuttosto diffusa. Perché succede? E cosa fare?

Infertilità secondaria: cosa fare quando il secondo figlio non arriva

Molto spesso sentiamo esperienze di gravidanze arrivate come inaspettate, altrettante di storie di gravidanze invece arrivate dopo un lungo percorso, con un po’ di fatica. Ma quasi mai, sentiamo parlare di questa stessa situazione rispetto alla stessa coppia o, perlomeno, non ce ne arriva voce. E invece l’infertilità secondaria è molto più comune di quanto non si pensi. Questo non deve in alcun modo spaventare o frenare le coppie che desiderano avere un secondo figlio, ma è bene sapere anche che, se possono esserci alcuni ostacoli mai vissuti con la precedente esperienza, il percorso è pieno di possibilità e rimane sempre, assolutamente, fondamentale affrontarlo con il sorriso. Il dottor Luigi Fasolino, specialista in Ginecologia e Ostetricia, spiega nel dettaglio di cosa si tratta.

Cos’è l’infertilità secondaria?

Si parla di infertilità secondaria quando, in una coppia che ha avuto una precedente gravidanza spontanea e andata a buon fine, una seconda gravidanza tarda ad arrivare per un periodo superiore ad un anno di rapporti non protetti e potenzialmente mirati.

Continua a leggere l’articolo

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Marica Pellegrinelli incinta dopo il tumore alle ovaie

“Tra le cause dell’infertilità anche un’alimentazione non corretta: vi spiego cosa fare”

Fecondazione assistita, in Italia 217mila nati in 20 anni

PMA: come deve essere il centro ideale per eseguire i test genetici preimpianto

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione