Forse troppo

Che bello trovare un posto così, un posto dove posso essere capita, un posto dove posso capire e non essere mai “troppo”, troppo indelicata (che vuoi che sia, continua e arriverà), troppo ottimista (ce la fanno tante coppie, ce la farete anche voi), troppo semplicista (rilassati, sei troppo stressata).
Diventerete la mia confort zone. Mi sono operata per cistite ovarica nel 2020, dopo un anno di tentativi…niente. A maggio siamo entrati in lista d’attesa per la fivet.
Sono circondata da amiche e amici che hanno figli, alcuni neanche cercati. Ogni volta che fanno l’annuncio sono felice per loro ma anche un pochino triste per me. Non ne parlo con nessuno perché non vorrei innescare quel meccanismo di pietismo e commiserazione o peggio ancora far sí che evitino di parlare dei loro figli.
Forse il “troppo” sono io. Troppo sensibile, troppo pretenziosa, troppo in ritardo, troppo grande.
Vorrei semplicemente spegnere il cervello e vivere l’attesa come un viaggio…invece non riesco a non passare delle ore tristi il giorno che arriva il ciclo, a non pensare che sono sbagliata. Mi sento così sola. Vi prometto che mi impegnerò. Imparerò e imparerò anche da voi. Vi ringrazio per quello che farete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Storie simili

Gli incubi ritornano…

Il destino decide

Chissà se il cielo tornerà blu

Preghiera per un miracolo

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione