fbpx

Mille pezzi

Donna forte e fragile che cerca di mantenere un equilibrio interiore ed esteriore in questa giostra chiamata vita

Ho iniziato a desiderare un figlio prima del mio compagno. Ho espresso il mio desiderio e lui, in maniera sincera, mi ha detto di non sentirsi pronto. Ho aspettato perché non volevo obbligarlo, anche se dentro di me quel desiderio cresceva. Quando si è sentito pronto abbiamo scoperto di non riuscire: bassa riserva ovarica, lui ok. Al primo incontro con il centro il medico ci ha subito detto: perché siete venuti così tardi? Dentro mi sono spezzata in milioni di pezzi in quel momento, sentivo il rumore di vetri rotti dentro di me. Siamo ancora alla ricerca, sento che il tempo corre e mi porta alla deriva. Ho pian piano incollato quei vetri rotti dentro di me, ma sento il tik tok del tempo che passa. Dentro di me ho come la sensazione che non sarò mai madre ed ho paura di questa sensazione perché vorrei crederci, ma ho paura di spezzarmi in mille pezzi di nuovo.
Nonostante questo continuo a percorrere la strada della ricerca della gravidanza e auguro a tutte le donne di riuscire a percorrere questa strada con la fiducia che io oggi non riesco ad avere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Storie simili

I miei non nove mesi.

L’amore infondo al tunnel

L’attesa

Infertilità

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione