fbpx

Sogno inespresso

Lo sapevo !ero fatta per il mondo, come il vento, non mi sarei fermata sulla prima  scogliera. Ero fatta di nebbia è di nuvole tempestose. Come voi, raccolti sulla spiaggia come tronchi di legno staccati da chissà quale albero. Avevate la pelle sciita, gli occhi a mandorla ed un sapore diverso: di riso al vapore, di spezie confuse in un vortice.

Ma si, eravate i miei figli! i figli del mare in tempesta e del canto dei venti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Storie simili

Emozioni stropicciate

I miei non nove mesi.

L’amore infondo al tunnel

L’attesa

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione