Il 15 ottobre è la giornata mondiale del BabyLoss

Si chiama BabyLoss. Letteramente significa la perdita di un bambino: il proprio. In Italia viene chiamato lutto perinatale e riguarda la perdita di un bimbo tra la 28ª settimana di gestazione fino ai primi sette giorni di vita. In Italia colpisce dieci famiglie al giorno. Nel mondo 3 milioni di famiglie. La metà delle morti dei bambini avviene proprio in questo arco temporale. Dopo 9 mesi di attesa, speranze e sogni vedere andarsene quel neonato ancora così fragile è un lutto che modifica per sempre la propria vita.

È un fenomeno di cui si parla pochissimo, e che spesso resta solo nel trauma di chi lo vive o lo ha vissuto, e cioè nel ricordo delle mamme e dei padri mancati. Per questo ogni anno, il 15 ottobre, si celebre il BabyLoss Awareness Day, la giornata mondiale della consapevolezza sul tutto in gravidanza e dopo la nascita, per unire famiglie, medici e ostetriche in nome di quei bambini che non ci sono più. Ma che sono esistiti e che meritano un’identità nella memoria dei genitori e della società.

Continua a leggere…

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Due nuovi strumenti informativi di AISM per futuri genitori

Compie 40 anni la prima bimba italiana nata “in provetta”

Una mappa genetica indica la strada per curare l’endometriosi

La dieta mediterranea aumenta la fertilità

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione