fbpx

Quando è l’uomo ad avere problemi di infertilità

L’importanza dei regolari controlli e della confidenza con la figura dell’andrologo. Non essendoci più l’obbligo di leva, i maschi hanno meno possibilità di scovare patologie latenti.

Articolo di Fabio di Todaro su La Stampa

Una trafila lunga e dolorosa di esami e terapie, con costi elevati e ripercussioni fisiche e psicologiche tutt’altro che trascurabili, quasi sempre centrate sulla donna. Quando una coppia cerca un figlio, e questo non arriva, di solito è lei a diventare oggetto di indagini e cure. Ma in un caso su due è l’uomo ad avere qualche disturbo, spesso peraltro facilmente diagnosticabile e curabile. Il problema è che lui quasi mai lo sa. È questo il messaggio che giunge dalla Società Italiana di Andrologia, tornata sull’argomento dopo il Fertility Day.

Informare gli uomini sull’importanza di una diagnosi attenta e tempestiva: è questa la priorità degli specialisti, che ricordano come un adolescente su quattro ha degli under 18 ha già un problema che può compromettere la fertilità futura.

Continua a leggere su La Stampa.

News simili

E’ online il nuovo sito Parole Fertili!

Un nuovo metodo promette di risolvere una delle principali cause di infertilità maschile

Marica Pellegrinelli incinta dopo il tumore alle ovaie

“Tra le cause dell’infertilità anche un’alimentazione non corretta: vi spiego cosa fare”

Fecondazione assistita, in Italia 217mila nati in 20 anni

0
Would love your thoughts, please comment.x

Seleziona uno o più argomenti

Scegli la tua emozione