Mai arrendersi

Era il 2012 avevo 28 anni ed erano 2 anni che io e mio marito cercavamo di aver un figlio, così andai dalla mia ginecologa che ci fece fare una serie di esami… diagnosi fertilità inspiegata, ci crolló il mondo addosso! Presi il primo appuntamento presso il centro pma dell’ospedale di Bergamo, ci volle quasi un anno… per fortuna dalla mia parte avevo il tempo… era il 22 ottobre 2013 se non ricordo male! Il percorso fu molto lungo e doloroso ma ad ogni sconfitta mi rialzavo ancora più forte! Al quinto tentativo di inseminazione intrauterina si decise di passare alla fivet! Ricordo il giorno che mi prelevarono gli ovuli… ero troppo felice! Anestesia a parte! 2 me li impiantarono e due crioconservarono! Solo uno sopravvisse al congelamento! Dopo l’impianto andai a casa e ci rimasi quasi immobile per 2 settimane… avevo paura…che stupida! Poi arrivó quello che pensavo fosse il ciclo ma le beta erano positive ma basse… si pensava ad un aborto… ma invece era qualcosa di peggio… gravidanza extrauterona! 5 giorni di ricovero., fortunatamente mi salvarono la tuba, non avevo più lacrime… le avevo esaurite tutte in quei giorni! Ci misi un mese ad azzerare […]

Il Viaggio della Speranza

Io lo chiamo “Il viaggio della Speranza”, è come essere un soldato che parte dal proprio paese del sud per andare a combattere quella guerra al fronte e cercare di rimanere vivo per tornare vittorioso a casa. Così mi sento…ma io quel “Viaggio della Speranza” l’ho già fatto esattamente 5 anni fa per un altro motivo. In quel tempo ho preso il treno insieme a mia madre per raggiungere il Nord Italia alla ricerca di chissà quale Onnipotente che mi dicesse: “abbiamo la cura giusta, tua Madre ce la farà”. Beh, quel viaggio non è andato come speravo poiché nonostante le cure, il mostro l’ha portata via con se per sempre. Ho combattuto per mesi interi contro quel Diavolo, mi sentivo forte, fortissima ma ha vinto lui. Ad oggi mi ritrovo a fare il mio secondo “Viaggio della Speranza” senza avere lei al mio fianco, la mia Mamma, mi ritrovo a combattere contro un altro Diavolo, la maledetta Infertilità che da quasi 4 anni mi vede protagonista di un’altra grande furiosa guerra. Sono Qui dopo tempo ad affrontare un nuovo viaggio, porto con me tanto dolore, ma io questa battaglia ora la voglio vincere, sono forte ancora, ho […]

Buon compleanno

È proprio oggi,nel giorno del mio 37 esimo compleanno che tiro le somme della mia vita e del percorso intrapreso fino ad oggi.Ho scoperto di avere l’endometriosi da quando ho 17 anni..una malattia cronica e invalidante che ti toglie il respiro,organi riproduttivi e speranze…ho perso il conto dei ginecologi che mi hanno visitata,delle corse in ps per i dolori atroci e delle volte che mi chiedevano “signora è incinta?dobbiamo farle il test delle urine..ma tu sai bene che nono sei,che il dolore non è una gravidanza extrauterina perchè al tuo utero malato non si aggrappa niente,nemmeno con le preghiere a Dio…la mia sterilità è compresa nel “pacchetto”.inutili sono stati i tentativi di fecondazione assistita e ovodonazione,in compenso ho subito 3 interventi chirurgici…non mi piace fare la vittima,ho sempre cercato di lottare e di aggrapparmi con tutte le forze alla resilienza ma oggi sono crollata…Quando mio marito mi ha augurato Buon compleanno,gli ho risposto con frasi orribili,che non c’era nulla di buono in questi anni e che lui sta con me per pietà e non avremmo dovuto sposarci…mi sono guardata allo specchio e non mi sono riconosciuta,sono diventata un mostro?il dolore è grande e anche se tutti ripetono che […]

Vuoto dentro

Perché ci speri fino infondo… Nonostante a 35 anni hai una riserva ovarica di una donna di 42 anni… Nonostante i medici ti dicano ‘signora… Deve sperare nella botta di culo’… Tu ci speri… Ci speri fino all ultimo respiro… Xke non puoi accettare di rassegnarti ad una vita senza un figlio.. Senza un piccolo e dolce amore da crescere coccolare e amare… E le forze finiscono insieme alle lacrime e continui a sentire dentro alla tua testa solo una domanda… “perché? Perché proprio a me.. Proprio a noi???”. Passi I 15 gg post transfer a riposo e ti senti già incinta.. Ti accarezzi la pancia e pensi già a come sarà e a come dirlo ai futuri nonni.. Ke felici ti guarderanno piangendo di gioia… E poi ti alzi presto al mattino per l esame Beta HCG.. Aspetti l esito.. Apri la email… Valore non dosabile … Ancora… Ancora una volta… Neanke una traccia di quel nostro amore messo dentro d me.. Come mai c fosse stato.. E ti senti una stupida x aver parlato e accarezzato una pancia vuota e inutile… E ti ripeti “basta.. Questa è l ultima volta.. Non reggo più questo dolore” e […]

Mi illumino di PMA/2

Il respiro si ferma, qualcosa non ha funzionato … Non abbiamo belle notizie da darle … Così funziona per noi che attendiamo gli esiti del transfert … Svegliarsi la mattina con il braccio del prelievo così caldo che le vene sembrano esplodere, sentire l’odore della paura mista alla felicità mentre prepari i biscotti con tuo marito per ingannare le ore d’attesa … Tutto insieme, in blocco come una slavina! Squilla il telefono, corri e poi ti fermi a fissare lo schermo, mentre l’odore dei biscotti pervade la stanza, l’anima e quel piccolo lembo di aria che ti circonda! “Non si preoccupi, ci riproverà …” Così si ferma il respiro, così si formano le cicatrici, così l’unico profumo dolce che rimane nell’aria è quello dei biscotti che… Ironia della sorte avevano proprio la forma dei tuoi sogni … Luana (storia tratta dal libro “Mi illumino di PMA”)

0 virgola 6

«C’era stato quel blackout. I figli giocavano con le torce e poi a un certo punto si erano stancati. Eravamo sul divano, la noia cominciava a coprirci come un lenzuolo fastidioso in estate. Sfioravo Mathias, ho lanciato due piccoli ormeggi romantici, c’era qualcosa di provocante in quell’assenza di luce. In questo imprevisto fermo all’ordinario. Ci ripenserò tante volte. Penserò a quanto ci è costato quel guasto. Litigammo. Sono mesi che litigo con tutto, con la vita col corpo con gli editori con la sorte. Ci infilammo in una sera. Fu come quelle intuizioni che arrivano geniali e scomode. La seguimmo. Ho ricordi possenti, di quei momenti. Come radici enormi di grandi alberi a venire, ficcate profonde nella terra dei giorni.   Ogni sera fumo la mia sigaretta davanti al condominio che scolora, al suo clinker che smette di luccicare. Guardo se qualcuno aziona la luce nelle scale, guardo qualche cucina che si accende per l’ultimo sorso d’acqua prima della notte. Penso «così lo uccidi». Penso che ho dentro un figlio. Perché lo penso? Non c’è stata alcuna premessa fondata, alcuna possibilità reale. Alcun desiderio. Sono oltre il crinale dei piccoli body e delle notti rotte. Oltre tutti […]

Il mio miracolo

A 25 anni un infezione la Clamydia mi chiude le tube. Il chirurgo che mi opera viene in stanza e mi dice che “passando da un letto ad un altro ” mi sono giocata la mia fertilita’. Queste parole mi distruggono e invece di farmi aiutare mi chiudo e mi rassegno. Riesco a guardare il problema a soli 34 anni e approdo nella Pma, dove mi riscontrano anche problemi ormonali e riserva ovarica vicino a zero. Al primo tentativo il mio miracolo mi fa dimenticare il dolore di non riuscire a concepire, Claudio il mio dono più grande. appena compie un anno tento per il secondo, ma niente due ICsi fallite e mio marito si vuole fermare. Io non trovo pace, non riesco a rassegnarmi, il dolore è ritornato e prova senso di colpa per il mio bimbo che rimarrà figlio unico. Faccio parte delle fortunate, lo so bene , ho il mio tesoro che mi dona tanto amore, ma non trovo pace. Spero il tempo mi aiuti.

Anche voi provate le mie stesse emozioni?

“Embé, quando ti decidi a fare un figlio?” “Quando mettete su famiglia? Guarda che hai già 33 anni eh. Mio figlio alla tua età ne ha già due!” “Quando date un’amichetta ad Auroraaaaa?” “Ma non li vuoi? Cara non pensare solo al lavoro, tra qualche anno potresti pentirtene” “Ma sei incinta o sei ingrassata? Ah, ancora niente?!” “Dai che poi diventi una mamma vecchia!” “E a mamma tua non la fai diventare nonna? Poverina, sta in pensione, avrebbe proprio bisogno di un bel nipotino!” “Ma con tuo marito tutto ok?” A tutti quelli che mi hanno posto queste domande, vorrei far leggere la storia che segue.   Quando l’ennesimo ginecologo alza lo sguardo dai fogli e comunica fiducioso:”State tranquilli, non avete alcun problema”, dovrei gioire. Invece questa frase mi disturba. Quasi desidero avercelo un problema, così da poter trovare la soluzione. Credo che la sterilità sine causa sia tra le più difficili da accettare poiché ti insinua quella speranza che “sia solo una questione di fortuna”, che prima o poi accadrà anche a te, poiché “siete giovani e non c’è niente che non va”. E allora smetti di fumare anche quelle cinque sigarette, perdi peso, inizi a fare […]

chi di speranza vive..

Io e lui ci siamo conosciuti una sera d’estate..la sabbia sotto i piedi..la luna riflessa sul mare ha fatto sì che la magia diventasse realtà..abbiamo voluto e desiderato sin da subito un bambino tutto nostro..come diceva sempre lui voglio svegliarmi la mattina e avere un piccoletto in giro per casa con i tuoi stessi così..iniziamo a provarci sin da subito ma niente..va bene pensavamo che essendo che io ancora non ero laureata e lui non aveva un lavoro fisso questo era il motivo percui non arrivava..poi io mi laureo e lui trova un lavoro fisso..ma ancora niente..passano così circa 3 anni..inutile dire le visite fatte da specialisti pluri laureati che guardando le analisi di entrambi ripetevano no signora non c’e niente che non va dovete solo non pensarci ed il gioco è fatto..incontro per caso e per sfortuna un ginecologo che mi dice che nonostante il mio compagno aveva una grave malformazione della testa degli spermatozoi con ben 92% di forme anomale il problema era semplice da risolvere bastava imbottire di ormoni senza controllo me..iniziò così ha riempirmi di qualsiasi genere di farmaci gonasi clexane clomid e via dicendo..inizio a stare male dall’inzio..vertigini,pressione alta,nausea e continui crampi per […]

Una parola tagliente come lame…CRIPTOZOOSPERMIA…

Io e F. ci frequentavamo da qualche mese, io 19 e lui 20 anni,insomma nel pieno fiore degli anni…dopo poco abbiamo capito che la nostra storia non sarebbe stata una delle tante ma in me una vocina continuava a ripetermi che qualcosa non sarebbe andato,gli chiesi di fare uno spermiogramma e dopo varie insistenze accettò.Il giorno che andai a ritirare il referto non lo scorderò mai,aprii la busta e il cuore batteva all’impazzata ma sapevo già quale sarebbe stato l’esito…e purtroppo lo spermiogramma risulto molto alterato. Da li inizia il calvario fra medici,ospedali ed esami, ma sembra tutto perfetto (lui non ha nè varicocele, nè ormoni alterati) tranne che il suo spermiogramma che viene rifatto altre volte in diverse strutture e dove risulta nettamente peggiore anche del primo. Ci rivolgiamo a un andrologo di una famosa struttura milanese e lui ci propone una TESE per congelare e per cercare di capire da cosa è dovuto questo spermiogramma. E così F. si sottopone a TESE e il responso finale è credele: CRIPTOZOOSPERMIA di ORIGINE SECRETIVA, ovvero ha pochissime cellule addette alla produzione di spermatozoi,il come mai non è dato saperlo perchè le cause potrebbero essere infinite…ma almeno congelato qualche […]