Un sogno durato due settimane

Il mio follicolo era lì: bello, grande e pronto per esplodere sullo schermo dell’ecografo della mia ginecologa. “Questo domani scoppia”. Ha detto lei. “E’ un momento buono per concepire”. Piena di speranze ho raccontato quanto visto a mio marito e con lo stesso entusiasmo, quella sera, ci siamo amati, desiderati, coccolati. Tolti un paio di tentativi con i test per l’ovulazione (abbandonati praticamente subito), quella era stata la prima volta in cui avevamo avuto la certezza che la mia ovulazione si stava verificando e il solo fatto di aver casualmente avuto la fortuna di scoprirlo mediante una visita di routine ci era parso un segno del destino: quella era la volta buona; ne eravamo convinti, ce lo sentivamo nelle vene. Per tutta la durata della fase luteale non ho fatto che sentirmi strana: il seno grande come mai prima, le ovaie doloranti dal primo momento e mal di schiena fisso. Tutte cose che, sì, mi erano già capitate, ma mai così, mai tutte insieme. Ormai mancava poco al fatidico “time-out”. Normalmente ho sempre qualche perdita spot prima dell’arrivo della mestruazione vera e propria, ma ero certa che questa volta non avrei avuto questo sintomo. D’altro canto ne eravamo […]

Non so cosa ne sarà della mia vita….

Solo un paio di mesi fa ho scritto qui la  mia storia perché  al mio terzo e ultimo tentativo di fecondazione assistita le beta erano state positive, dopo 2 giorni erano salite ma non raddoppiate per cui ero stata presa dallo sconforto e dalla paura di un altra biochimica….questo è successo a fine giugno e nonostante i miei pianti e il mio vedere tutto nero la gravidanza invece è andata avanti, io 40 compiuti da poco non ci credevo e pensavo che non potevo essere così fortunata di beccare quel 10% di successo di avere un bimbo sano in braccio ma che sarei sicuramente rientrata nel restante 90% di insuccesso…..per questo non l’ho detto a nessuno, volevo aspettare che passassero i primi tre mesi e i primi esami di controllo perché ancora non riuscivo ad esultare…..quei primi 90 giorni sono passati così lentamente ed io ad ogni eco pensavo che non avrei più visto battere il cuore, che si sarebbe fermato tutto con l’ennesima delusione…e invece no, era ancora li, che si muoveva dentro di me dopo aver atteso per 6 lunghi anni…non ci potevo credere….sembrava andasse tutto bene nonostante la mia grande stanchezza e le mie nausee. […]

Lacrime trattenute.

Lui era, ed è, molto di più che potevo sognare, mi alzo ogni mattina lo guardo e il mio cuore si riempie di gioia e amore. Era lui. È lui. Non ho dubbi. Il mio migliore amico, finché quella domanda tanto attesa non è arrivata: ” ma noi siamo amici perché non possiamo stare insieme?” … Da lì il mondo, mandare tutto a puttane per stare con lui, uscire, mettersi insieme … E dopo 3 mesi la convivenza! Il primo anno?!?! Un misto di amore e piatti che volavano, ma l’amore, nonostante tutto, era lì. Ed è proprio quell’amore che dopo un anno di convivenza, senza nemmeno parlarne, lo portò ad essere libero di fare un figlio con me… Ricordo con molta tenerezza le persone che eravamo quel giorno, non parlammo fino alla sera successiva, ero sonvolta! Anzi, eravamo sconvolti! Parlai con la mia migliore amica, mi accompagnò in farmacia per prendere la pillola del giorno dopo… E ancora oggi mi domando: ” chissà, magari quella volta era quella buona?!?” La sera tornai a casa, frastornata da tutto. Parlammo, e dopo quell’esperienza capimmo di voler diventare genitori. Mettere al mondo un figlio nostro. Ma da lì in poi […]

La giostra delle attese

Oggi fuori c’è un bel sole, l’aria è fresca ma calda… Verrebbe quasi voglia di andare a camminare ma anche oggi è uno di quei giorni no. L’ennesimo giorno no. Ultimamente ho capito che sono più i giorni no che quelli si. E’ diventato difficile avere un giorno SI. E’ diventato difficile anche solo immaginare che domani potrebbe essere un giorno SI. Vorrei tornare a tanti anni fa… Quando mi dicevano “stai attenta, basta un secondo, usa la testa, è così facile”. Vorrei tornare a quei momenti per potergli urlare nel viso che non è così, non è poi così semplice avere una gravidanza… Magari lo fosse. Ripenso a tutti quegli anni che mi sono imbottita di pillole, cerotti, anelli… E chi più ne ha più ne metta… Solo per la paura di un qualcosa di indesiderato. Questo è ciò che ci hanno insegnato! Se avessi saputo quanto sarebbe stata dura poi… Avere ciò che più desideriamo… Direi loro che non sanno proprio niente! Ma la cosa peggiore in tutto questo delirio è l’attesa. E’ tutto un’attesa. Una devastante, avvilente, nevrotica attesa. Attendi il ciclo per cominciare, attendi la pre-ovulazione. Il tutto corredato dagli stick. Attendi il giorno per […]

“Sei giovane”

Sono giovane, inizio così perché me lo sono sentito ripetere milioni di volte, sopratutto da medici, molti medici circa 5 ne ho sentiti in questi anni. È vero, potrei avere molto più tempo di una donna che purtroppo l’infertilita’ la scopre più tardi… Ma non per questo il dolore è più leggero, o la disperazione cessa di esistere perché “sono giovane”. Io e mio marito abbiamo deciso subito di provare a cercare un bimbo, io ero molto giovane.. Eppure passarono i mesi ma niente. Iniziano i primi controlli, quando tu nel tuo più profondo senti che qualcosa non va ma nessuno ti prende sul serio. Dopo due anni e mezzo di tristezze arriva il Nostro  Miracolo. Prima ecografia: un minuscolo girino con un cuoricino che andava all’impazzata. Seconda ecografia(appena entrata al terzo mese 10 sett) : battito assente. Raschiamento.. Disperazione, rabbia delusione, sconforto, depressione. Tu lo. Perdi… E tutte intorno a te restano incinte con successo. Da lì non succede più nulla, altro medico, altri esami : ” È tutto apposto, e stai tranquilla non avere l’ansia perché sei giovane”. Giovane o meno il dolore, la disperazione non cambia. L’aborto ti segna la vita, e giovane o meno […]

Forza e speranza per tutte

Un giorno ti dicono che sei vecchia per un altro figlio e intraprendi un percorso che non avresti mai immaginato, sconforto, insicurezze, paura e forza di raggiungere l’obbiettivo… Sei madre di quel figlio ancora prima di averlo. Poi arriva, stupore, emozione, un diamante prezioso 💝 e grazie a questa esperienza oggi ho un lavoro in questo campo e ho a che fare con storie come le nostre e dico a ognuna di farsi forza e non arrendersi perché per noi è un desiderio forte ❤️

Illusione o Destino?

Quando decidi di diventare genitore sembra tutto rose e fiori.. Credi che passeranno un mese due e c’é la farai… Ma poi quando non è cosi inizia un grande dolore nel cuore… Passano mesi.. Cicli.. Ovulazioni… E ritardi che t’illudono… Pancioni ovunque e tu che pensi perché dio a dato proprio a me questo grande dolore? Perché non merito anch’io di avere un piccolo amore che mi chiama mamma?

Attese illusorie

Analisi fatte, ne manca ancora qualcuna ma siamo ad un buon punto. Mancano pochi giorni per la prima visita per entrare nel circolo della PMA. Poi la app si illumina. Primo giorno di ritardo. Vabbè, anche se sono sempre regolare sarà lo stress. Però il tarlo comincia a girare nella testa. La mattina successiva di nuovo la app che si illumina. Secondo giorno di ritardo. Ci guardiamo negli occhi ma ci ripetiamo che tanto è solo lo stress e che questa volta è davvero cattivo questo ciclo che ci fa così tanto sperare. Altra mattina di nuovo la app… Terzo giorno di ritardo. In quel momento cominci davvero a sperare. Ad alta voce ripeti che tanto è lo stress, gli ormoni, è la testa… Ma dentro una parte di te è convinta che ci siamo, finalmente il nostro turno di essere genitori è arrivato.. Quindi… Vai in farmacia e compri il test. Arrivi a casa e lo fai. Altro bicchierino, altro stick, altra attesa. Stiamo in silenzio. Io cerco di passare i 5 minuti aprendo e chiudendo il frigo in cerca di qualcosa da mangiare. I minuti passano. Sempre tutto in silenzio. Nessuno parla. Poi lui mi guarda, […]

Esito <2

Mi collego al sito, inserisco i dati, clicco *accedi*; il tempo di attesa è di tre secondi al massimo. Tre secondi per sentirmi viva o morta, tre secondi per gioire o disperare. Esito: <2 Ci deve essere un errore. Ridigito tutti i codici: Esito: <2 Non posso aver fallito anche questa volta. Le percentuali di successo parlano di un buon 70% di riuscita. Mi sono illusa davanti ai numeri. L’ho presa all’acqua di rose come gli altri tentativi, ovviamente falliti, passati. Mi son sentita onnipotente e vincente nelle rassicurazioni dei 5 ginecologi che han lavorato sul mio corpo in questi ultimi 3 anni. Nella mia cartella clinica c’è sempre stato scritto in calce “desiderio di gestazione” ad ogni nuovo protocollo. Eppure questo figlio non arriva. … Non attendo nemmeno la telefonata dalla clinica per la conferma della sospensione della terapia ormonale. Mi strappo i cerotti di estrogeni e li getto a terra con rabbia. Mi trema il labbro, ricaccio indietro le lacrime. Mi ripeto: “non è colpa tua, non è colpa di nessuno, è successo e basta.” Eh già! Ma se non è colpa mia, di chi altro sarà? Le piccole ombre dei dubbi iniziano a farsi certezze: […]

A quanto pare la vita non mi vuole mamma

dopo la malattia e la morte di mia mamma il mio compagno (da ormai 15 anni)mi dice:Proviamo ad avere un figlio?ormai niente più mutuo,qualche soldo da parte e l’età della ragione. Mi sono bastati però soli 6 mesi di test negativi x capire che qualcosa non andava..Iniziano i controlli…Gennaio 2019 :oligospermia.Veniamo indirizzati dal medico di base da un andrologo che non conosciamo(anche se poi abbiamo scoperto essere il più rinomato)però teniamo x buono il nome del centro dove opera.Alla fine x un caso di omonimia ci ritroviamo in un centro x la PMA.Ci viene detto che x il mio compagno è una lotteria avere un figlio in modo naturale.Iniziano altri esami,arriviamo al primo pick-up ma nessun ovocita fecondato.Causa:scarsa qualità degli ovociti e degli spermatozoi. Bisogna ritentare e subito per beneficiare degli effetti della prima stimolazione. Ok.Allora ripartiamo..Questa volta 6 fecondati..ma al transfer solo tre si sono evoluti…uno viene trasferito…due crioconservati….Ma va bene anche così…Transfer tutto ok….e poi beta positive..felicità….la mia pervasa da una terribile brutta sensazione…ma la gravidanza procede nonostante l’arteria unica ombelicale ed una placenta previa….qualche corsa in ospedale di tanto in tanto x qualche perdita dovuta alla placenta bassa…ma il bambino cresce molto bene…..arriviamo al […]